Home Curiosità La Lombardia approva la sepoltura congiunta di animali e padroni

La Lombardia approva la sepoltura congiunta di animali e padroni

4 minuto/i di lettura
456
uomini-e-animali

Per molti essere umani, cani e gatti sono molto più che animali. Sono trattati alla stregua d’un figlio, sono una compagnia e un punto di riferimento. Ecco dunque che, la decisione del Consiglio regionale della Lombardia, è stata accolta con particolare soddisfazione: con 41 voti favorevoli, 29 contrari e un astenuto, lo scorso febbraio è stato approvato il progetto di legge in materia di servizi necroscopici e funerali. Un testo, questo, che si occupa in modo dettagliato del post mortem di uomini e animali d’affezione (i tradizionali animali domestici), e che apre alla possibilità di seppellire insieme padrone e animale. Come a dire che, insieme, potranno stare per sempre.

Definito “un provvedimento positivo e di assoluto buonsenso, molto atteso dagli amanti degli animali che potranno condividere con il proprio animale domestico il sonno eterno”, il provvedimento s’inserisce in una tendenza che vede aziende e onoranze funebri sempre più impegnate nell’ideazione di servizi ad hoc per gli amici a quattro zampe: dalle cremazioni alle sepolture nei cimiteri degli animali, il trend dimostra come l’amore per un cane o per un gatto vada ben oltre la vita terrena. Fino ad oggi, l’unica possibilità era però questa: far cremare l’animale, inserire le sue ceneri in un’urna e conservarle poi in casa. Oppure lo si poteva seppellire nei cosiddetti “pet-cimiteri”, che sono però rari da trovare.

Ecco che, ora, tutto può cambiare. Ed è una bellissima notizia. Solo chi ha stretto un legame indissolubile con un animale, può capire il dolore che segue ad una sua perdita. E, pensare di poterlo seppellire nello stesso luogo in cui in giorno si sarà sepolti, può regalare un piccolo sollievo. O, al contrario, dà sollievo sapere di essere sepolti laddove un giorno sarà sepolto anche quell’animale che è stato un vero compagno di vita. Cosa si dovrà fare nel dettaglio? L’animale andrà cremato e messo in un’urna, e il padrone dovrà confermare la volontà di una sepoltura congiunta per iscritto, meglio se nel testamento. Una soluzione, questa, che fa bene a tutti: agli uomini, agli animali, alla legge. Che, in questo modo, potrà avere un tracciamento delle carcasse. Ma è soprattutto un trionfo del legame uomo-animale, che è forte e sopravvive anche alla morte.

Carica altri articoli correlati

Vedi anche

In Norvegia è stata scoperta una casa mortuaria vichinga

A Vinjeøra, nella regione norvegese di Trøndelag, è stata scoperta di recente una casa mor…